GuideSicurezza

L’importanza del Backup

Il backup dei dati è una pratica importante per tutti, imprese e non, ma troppo spesso, purtroppo, sottovalutata.

Cos’è il backup?

Iniziando con una battuta “il backup è quella cosa che doveva essere fatta prima“. Prima di cosa? prima di qualsiasi evento che possa causare la perdita dei dati presenti nel nostro computer, tablet o smartfone.
Più seriamente possiamo definire il backup come una pratica di fondamentale importanza che permette di salvare i nostri archivi in una unità diversa dall’originale e recuperarli in caso di necessità.
Grazie al backup dei dati è possibile ripristinare i nostri file più importanti, per esempio, le foto di famiglia, video, documenti ed email permette di effettuare un recupero dati hard disk, nel modo più semplice possibile anche a seguito di urti o altri inconvenienti. In molti casi, in effetti, può diventare una reale forma di salvezza, per tutti gli utenti, che sia un’azienda o che sia un privato.

cause perdita dati
Le principale cause di perdita dei dati
il 31% sono dovute all’utente!!!

Ma come si esegue un backup?

Il modo corretto per copiare documenti, foto, contenuti digitali importanti che intendiamo preservare è quello di utilizzare supporti differenti dall’hard disk del pc o del dispositivo utilizzato.
Si può decidere per esempio di copiare i nostri dati su una memoria esterna (un hard disk portatile o una memoria USB) oppure di affidarli a qualche servizio Cloud, magari avendo prima letto bene le condizioni applicate dal gestore del servizio per la conservazione dei miei dati.
Il modo più veloce è quello di copiare i dati in una unità USB (hard disk oppure un pendrive) con una semplice operazione di copia/incolla fatta manualmente dall’utente. E’ consigliabile utilizzare applicazioni come Cobian Backup (liberamente scaricabile e utilizzabile e in italiano) che opportunamente configurata, eseguirà in modo automatico e ad orari prestabiliti il backup dei nostri dati.
Inoltre maggiori produttori di dischi esterni solitamente forniscono insieme ai loro dischi esterni tools di backup semplici ed intuitivi.

2 Ottime ragioni per fare il backup

  • Un utente singolo dovrebbe porsi la domanda, “Quanto sono importanti per me i dati presenti nel mio pc?” E un responsabile di azienda? Dovrebbe essere consapevole dell’importanza dei dati aziendali e che la loro perdita o danneggiamento potrebbe essere costosa in termini monetari e compromettere il destino dell’azienda se su quei dati si basano scelte e decisioni future.
  • Con un backup posso evitare di pagare “richieste di riscatto”. Lo scorso anno in questo periodo erano diventati purtroppo famosi i malware di tipo Ransomware, attacchi informatici che criptavano i dati nel PC e che venivano liberati solo dopo il pagamento di un “riscatto” (solitamente in bitcoin).
    Con un backup dei dati era possibile ripristinare gli archivi e non pagare nessun riscatto.

Backup locale o remoto?

Finora è stato preso in considerazione l’esecuzione di copie di backup in locale, utilizzando unità di memorizzazione portatili e vicine alla nostra scrivania. Nell’ultimo anno si è affermato l’utilizzo di soluzioni di memorizzazioni remote basate sul Cloud con cui è possibile salvare i dati in remoto su spazi esterni alla nostra postazione o sede, garantendo la massima affidabilità e salvaguardia dei dati.
Sono soluzioni a pagamento con pro e contro e li affronteremo in un prossimo articolo.

#sicurezza #backup #cloud

 49 Posts 0 Comments 5266 Views

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.